Albergatore di Vibo Valentia: Non accettiamo ne’ gay ne animali

Il gesto dell’ albergatore va certamente condannato perche’ non sta a lui discriminare i clienti in base alla loro identita’ sessuale, cio’ nonostante vediamo come la lobby gay ostracizzi le persone che si oppongono ad essa, anche giustamente in alcuni casi  e vediamo  come l’ omosessualita’ in tutte le sue forme perverse, oggi ,venga fatta sempre di piu’ passare per normale mentre normale non lo e’ mai stata. In passato il direttore di un villaggio turistico a Villasimius si trovo’ costretto a far cambiare stanza a due ospiti  perche’ i loro vicini gay la notte praticando la sodomia emettevano grida strazianti impedendo il sonno ai loro vicini…successe 20 anni fa e non ci furono articoli diffamatori contro il direttore della struttura semmai il disprezzo per quelle due persone incapaci di relazionarsi civilmente con i vicini di camera.Oggi cosa sarebbe successo? L’ arcigay di Villasimius sarebbe insorta punendo la struttura e diffamando l’ omofobo direttore additandolo come fascista, il che non guasta mai…ricordo che le peggiori persecuzioni ai danni degli omosessuali furono portate avanti da quel signore che oggi e’ diventato il simbolo di pace e liberta’: Cheguevara…Dobbiamo condannare ogni atteggiamento persecutorio, discriminatorio nei confronti degli omosessuali ma non solo nei loro confronti ma di tutte quelle persone che possiamo definire diverse, senza mai perdere di vista la nostra obbiettivita’ che essa stessa e’ il metro di giudizio che ci consente di poter condannare le igiustizie e i soprusi, ma non dobbiamo mai cadere nella trappola di condannare o perseguitare chi compie discriminazioni perche’ in tal caso scenderemmo al suo stesso livello e questo punto purtroppo e’ un concetto non gradito alle lobby gay che sfruttano i mass media proprio per danneggiare le persone additandole come omofobi e danneggiando la loro sfera personale.

VIBO VALENTIA – “Non accettiamo né gay, ne animali”. Così il titolare di una guest house di Santa Maria, località turistica nei pressi di Tropea, nel vibonese, ha risposto a una coppia omosessuale di Napoli che aveva scelto la struttura per trascorrere un weekend al mare. Appena ristrutturata, dotata di una dependance indipendente e persino con piscina, alla coppia sembrava la soluzione perfetta per una vacanza di pochi giorni. Per questo, dopo aver regolarmente prenotato online, la coppia ha contattato il proprietario per chiedere informazioni aggiuntive. E un messaggio su Whatsapp è bastato per far crollare tutte le loro aspettative.

La cortese disponibilità mostrata inizialmente dall’uomo si è esaurita poco dopo aver iniziato a dialogare con i ragazzi. Quando il titolare ha scoperto che a occupare la sua dependance sarebbe stata una coppia gay, ha dapprima scritto: “È il primo anno che fittiamo e la depandanza è nuova nuova… finita a maggio”. Quindi, la precisazione: “Qui non si accettano né animali, né gay”, con la premessa: “Mi scuso se posso sembrare troglodita”.

Indignati e feriti????, i due giovani hanno evitato di rispondergli, limitandosi a cancellare la prenotazione. Il giorno dopo però hanno deciso di rivolgersi all’Arcigay di Napoli per rendere pubblica la vicenda. E uno dei due ha raccontato le sue sensazioni al linguista Massimo Arcangeli che le ha rese pubbliche sulla sua pagina Facebook. “Nella mia mente si è materializzata l’immagine storicamente e drammaticamente famosa dei cartelli nazisti esposti fuori dai negozi: vietato l’ingresso ai cani e agli ebrei – dice -. Da allora sono trascorsi ben 70 anni, ma da quegli eventi, probabilmente, molti non hanno tratto alcun insegnamento”. E ancora: “I soldi per l’affitto che io e il mio compagno gli avremmo dato non sarebbero stati uguali a quelli che avrebbe ricevuto da una qualsiasi coppia etero?“.

Parole amare, frutto di un ragionamento ancor più amaro. “Non ci sono rimasto male per noi due – ha confessato il giovane all’Arcigay di Napoli -. nel mio cuore ho pensato alle ricadute pesantissime che un messaggio del genere avrebbe potuto avere su un ragazzo più giovane, che fatica a riconoscersi, ad accettarsi. O che, semplicemente, è più sensibile riguardo al proprio orientamento. Nessuno deve sentirsi inaccettato”.

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.