BORGHEZIO CHIEDE ETICHETTE TRACCIABILI PER IL MIELE “EUROPEO”

ape_980x571

On. Mario BORGHEZIO

COMUNICATO STAMPA

 

BORGHEZIO CHIEDE ETICHETTE TRACCIABILI PER IL MIELE “EUROPEO”

 

L’On. Borghezio interviene sulla questione del miele, oggi spesso commercializzato senza che il consumatore possa conoscerne la provenienza.

Borghezio, nella sua interrogazione alla Commissione europea, scrive che “gli apicoltori italiani chiedono all’UE l’introduzione di etichette tracciabili, com’è stato fatto col latte, per determinare il luogo di provenienza del miele anche a livello europeo: questa regolamentazione, già obbligatoria in Italia, metterebbe il consumatore nelle condizioni di scegliere tra un miele italiano e i mieli esteri, come quello cinese o quello argentino, provenienti da Paesi con standard agricoli di bassa qualità e in cui spesso vengono utilizzati pesticidi e sostanze chimiche da anni vietate in Italia. Si stima inoltre che la Cina immette nel mercato una quantità colossale di miele, che vende ad un prezzo bassissimo, in media 1,50 euro al kg, contro i 2,5 di altri Paesi come Argentina o Est Europa”. Secondo l’On. Borghezio “l’apicoltura si conferma quindi un’importante componente produttiva del comparto rurale e agricolo italiano: per il Mipaaf 150-170 milioni di euro è il valore stimato dei prodotti dell’apicoltura italiana (miele, cera, propoli, polline, pappa reale, veleno d’api)”.

 

Borghezio chiede quindi: “la Commissione Europea intende intervenire per l’adozione di etichette tracciabili per determinare il luogo di provenienza del miele anche a livello europeo?”

 

On. Mario Borghezio

Deputato Lega Nord al P.E.

Bruxelles, 23.02.2017

E.mail: mario.borghezio@europarl.europa.eu

 

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.