Concerto finale domenica 18 dicembre ore 17 – Sala dei Teatini

unnamed

Masterclass di Alto Perfezionamento

L’Arte di cantare Verdi

Concerto finale domenica 18 dicembre ore 17 – Sala dei Teatini

A conclusione della prima Masterclass di canto organizzata dalla Fondazione Teatri di Piacenza dal 12 al 15 dicembre al Teatro Municipale, domenica 18 dicembre alle ore 17 nella splendida cornice della Sala dei Teatini si terrà un concerto ad ingresso libero con tutti i giovani cantanti partecipanti: i soprani Eleonora Alberici, Nunzia De Falco, Bernadette Muller, Serena Grieco, Sunyoung Ahn; il mezzosoprano Yasmina Luccisano; i tenori Andrea Galli, Dae Hwi Kim, Matteo Mezzaro; i baritoni Song Jinheon, Jang-won Lee, Chen Li, Axier Sanchez, Jeongwhan Sim, Hao Tian e i bassi Juliusz Loranzi e Ezio Passerini.

La Masterclass, tenuta da un’autentica star internazionale quale è il celebre baritono Leo Nucci, ha inaugurato un nuovo capitolo dell’attività della Fondazione Teatri di Piacenza che, per statuto, ha tra gli scopi anche il sostegno alle attività di formazione e qualificazione professionale di giovani artisti.

Domenica, accompagnati al pianoforte dal maestro Gianluca Ascheri, tutti gli artisti che in questi giorni stanno perfezionando la propria tecnica vocale e interpretativa, con particolare attenzione al repertorio verdiano, eseguiranno alcune tra le più celebri arie d’opera del melodramma italiano.

The following two tabs change content below.
Siamo un team siamo un gruppo di persone che ama profondamente la musica classica in particolare l' opera lirica, viviamo per essa e soffriamo nel vedere come essa viene quotidianamente martoriata ed uccisa.Vogliamo cambiare le cose, vogliamo dire la nostra opinione, vogliamo dire la verita' per una buona volta, vogliamo preservare un patrimonio artistico destinato alla estinzione.La lirica puo' sopravvivere solo se voi appassionati e non imparerete a conoscerla ed ad amarla.Oggi purtroppo chi gestisce il mondo della lirica non ha piu' le competenze necessarie per farlo, oggi la lirica e' gestita da incompetenti e persone senza scrupolo, capaci di tutto.