De Magistris istiga all’ odio la feccia dei centri sociali

“In questo video possiamo vedere il degrado morale della sinistra italiana e la stupidita’ dei nostri figli, si i nostri figli sono quelli incappucciati che lanciano molotov alla polizia che feriscono i passanti e distruggono la citta’.Invece di protestare contro la camorra che insanguina le strade di Napoli protestano contro Salvini.Lobotomizzati”

La giornata della convention di Salvini a Napoli si è trasformata in guerriglia urbana. Nei pressi della Mostra d’Oltremare di Napoli, dove è in corso la convention con il leader della Lega, ci sono stati scontri tra forze dell’ordine e manifestanti, con lanci di molotov e sassi da parte di giovani incappucciati e con gli agenti, in assetto anti sommossa, che hanno risposto i lacrimogeni e con una carica. Poco prima, dal corteo, era partito un lancio di fumogeni e di petardi contro gli agenti che presidiavano l’ingresso dell’ente fieristico.

Con un rapido blitz, un gruppo di manifestanti incappucciati si è staccato dal corteo e accerchiato prendendo le forze dell’ordine alle spalle. Si sono vissuti momenti di vera e propria guerriglia con la polizia accerchiata. Da un lato c’era il corteo che avanzava e dall’altro il gruppo di facinorosi che attaccava la polizia alle spalle. Grazie all’uso degli idranti e con il sostegno di altri agenti, i facinorosi sono stati fatti indietreggiare lungo viale Giulio Cesare.

Durante lo scontro tra manifestanti incappucciati e con il volto coperto e le forze dell’ordine, nei pressi della Mostra d’Oltremare di Napoli, una molotov ha colpito un cellulare dei carabinieri e provocato un principio di incendio subito estinto. Terrore tra la gente che sta cercando rifugio nei palazzi circostanti. Piazzale Tecchio, via Diocleziano e via Giulio Cesare sono ridotte a un campo di battaglia, con i cassonetti dei rifiuti dati alle fiamme e riversi in strada. In azione anche gli idranti.

Il corteo anti-Salvini è degenerato in viale Kennedy, dove sono arrivati i black bloc: giovani incappucciati, vestiti di nero, alcuni indossavano le maschere di Pulcinella, altri erano armati di bastoni, potrebbero essere componenti del tifo ultrà. Un paio di questi sono stati fermati dalle forze dell’ordine nel corso degli scontri.

Solo lungo viale Giulio Cesare la polizia è riuscita a disperdere i facinorosi, respingendoli anche attraverso l’uso degli idranti. La strada, e la zona circostante gli scontri è ridotta a un vero e proprio campo di battaglia. Durante la fuga i manifestanti hanno continuato a lanciare oggetti e sassi all’indirizzo delle forze dell’ordine.

Tre persone arrestate e tre denunciate in stato di libertà: questo il bilancio degli scontri avvenuti ieri a Napoli tra manifestanti anti Salvini e forze dell’ordine. I reati contesti, a vario titolo, sono radunata sediziosa, danneggiamento, lancio di oggetti contundenti, lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

Nei tafferugli sono rimasti contusi complessivamente 28 componenti delle forze dell’ordine: tre funzionari e 25 tra poliziotti e carabinieri. Sei contusi anche tra i manifestanti.

“La prossima volta la manifestazione la facciamo in Piazza Plebiscito, così vediamo chi è più duro”. Così Salvini dal palco della sala congressi alla Mostra d’Oltremare, dove ha tenuto il suo comizio. Il leader della Lega, mentre si verificavano scontri all’esterno della Mostra, ha scritto su Facebook: “Quelli che a Napoli stanno lanciando molotov e sassi contro la Polizia e i Carabinieri, quelli che stanno sfasciando macchine e bruciando cassonetti, magari difesi da qualche politico, non sono manifestanti, sono delinquenti”.

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.