Euro e’ troppo forte? sono punti di vista

Lamentarsi dell’Euro forte oggi, è questione priva di senso. Per differenti ragioni, la prima delle quali è che ci troviamo poco sopra quella che è definita la parità dei poteri di acquisto, che secondo la teoria, gira intorno al livello di 1.1600, cioè una via di mezzo tra quella che dovrebbe essere, per i diversi paesi dell’ Unione monetaria. Quindi non è forte, ma è nel suo range. Ma la ragione probabilmente più importante è legata la fatto che la moneta unica è in tutto e per tutto un marco tedesco travestito, o meglio, sta tornando ad essere un marco travestito dopo che la Germania, suo malgrado, ha dovuto sopportare Draghi e il suo qe, che avevano spinto la moneta unica ben al di sotto dei livelli tollerati dal gigante tedesco. Ho sempre detto e continuo a ripetere, che una moneta dovrebbe fare gli interessi, sia in termini di tassi di interesse, ma soprattutto in termini di rapporti valutari con altri paesi, del paese che la detiene. Se da un lato, credo che la flessibilità debba essere un mantra, dall’altra ritengo proprio che in ragione di ciò, oggi l’Euro italiano, se fosse differente da quello tedesco, quoterebbe tranquillamente 0.8000 contro dollaro, 90 contro jpy, e un 30 40 per cento più basso contro tutte le principali valute, permettendo al nostro paese di uscire da questa enorme crisi di liquidità a cui siamo sottoposti ed evitando il disastro che è sotto gli occhi di tutti. Magari qualche Eurista, chiamandosi Euro, accetterebbe la moneta a diverse velocità, mentre se si chiamasse lira, chissà perchè no ! Si paventava, da parte dei sostenitori di professione, il disastro annunciato, del tipo Venezuela, nel caso in cui avessimo avuto la lira, ma non una parola viene detta oggi sul disastro che è sotto gli occhi di tutti CON L’EURO. Il loro silenzio è assordante e per certi versi imbarazzante. Dichiarare con certezza quel che sarebbe, quando nessuno lo sa, dimenticando o facendo finta di nulla al riguardo di quel che in realtà è, oggi, la nostra situazione economica, è mancanza di buon senso. Il tutto, al netto, comunque, delle incapacità strutturali che riguardano una politica incapace di fare il necessario per il bene del paese. Basti guardare a quel che Macron sta facendo in Libia, paese che storicamente ci era amico, soprattutto per gli affari e che ora invece gli affari li fà sì, ma non con noi, con la Francia, la quale però contemporaneamente, ci impone di traghettare tutti i migranti a casa nostra, chiudendo le frontiere al passaggio degli stessi. Quindi cari amici pro euro, rassegnatevi, ora ve lo tenete, e spero tanto di vedere 1.3000 1.4000 perchè forse così capirete cosa significa avere una moneta sopravvalutata del 30 40 o 50 per cento per un paese che avrebbe invece bisogno di ben altro. Ogni 10 punti percentuali, il pil e l’inflazione scendono dello 0.5%. E pensate cosa accadrà quando Draghi verrà sostituito da Weidmann ! Grasse risate, se non ci fosse da piangere. Venezuela is coming with Euro my dear !!!!

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.