Italia sara’ la sala parto di tutta l’ Africa

Ma italiani si nasce o si diventa? Come si fa, nel mondo delle tante identità, a riconoscere un italiano? L’eleganza nel vestire? La simpatia nel rapporto umano? L’allegra malinconia nel canto? Un certo saper vivere tra buon cibo, Colossei in vista e tutte quelle strade dell’universo e dell’animo che continuano a portare a Roma?

Per la prima volta il legislatore ha dato una risposta moderna all’antica domanda: italiani si nasce e si diventa. La Camera ha approvato un testo che valorizza le due cose insieme, “inventandosi” una felice mescolanza fra tre diritti, uno più bello dell’altro. I diritti dei padri, della storia e della geografia. Quattro figli di Garibaldi erano italiani pur nati a diecimila chilometri dall’Italia, in Brasile e in Uruguay: il dolce tesoro della memoria. La generazione-Balotelli è italiana pur nata in Italia da genitori stranieri: la tenera potenza delle radici. Ma con questo provvedimento sarà italiano anche chi arriverà nella Penisola da bambino, imparando a scuola chi furono Leopardi e Leonardo, e chi sono oggi e domani i suoi compagni di classe e di giochi (oltre all’immancabile squadra del cuore): la forza invincibile della cultura. Memoria, radici e cultura sono i tre ingredienti che impastano un sentimento che si chiama patria. Ora ciascuno potrà scegliere i suoi ingredienti tricolori, frutto delle circostanze della vita, della famiglia, del caso. E potrà riflettere: perché un Mario Balotelli deve sentirsi meno italiano dell’Umberto Bossi che italiano non si sente?

Forse inconsapevoli, comunque meritevoli, i deputati che hanno votato il testo ora all’esame del Senato tra virgole, cavilli e polemiche hanno tuttavia decretato che c’è un modo riconoscibile per “essere italiani”: amare l’Italia. Anche quando non si parla italiano, ancora, come capita ai figli di italiani nati all’estero e ai figli di stranieri nati o cresciuti in Italia da genitori che non conoscono la nostra lingua. Ma l’Italia per amore è una scelta che prescinde dall’anagrafe, dall’origine familiare, dai viaggi che in un dato momento dell’esistenza ti portano per sempre nel “bel paese là dove ’l sì suona”. Per sempre risiedendovi o coltivandolo nel cuore, come succede quando si compie un ciclo scolastico e mai si dimenticherà la patria adottiva o di nascita, ovunque ci si trovi a vivere e a ricordarla. Accordare la cittadinanza italiana ai bambini nati o cresciuti in Italia da genitori stranieri, e dopo un percorso di regolare soggiorno o di studi, non è soltanto un atto di civiltà. E’ il più forte e lungimirante investimento nell’identità italiana che solo una nazione dalla vocazione universale come l’Italia poteva e doveva finalmente compiere. Oggi la cittadinanza non è un formale né casuale pezzo di carta. E’ il riconoscimento di quello che sei e desideri. E’ il passaporto dei tuoi sogni e delle tue sofferenze. E’ il tuo “selfie”.

E’ la libertà di poter dire, come molti potranno presto dire, “sì, sono orgogliosamente italiano”.

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.