Jobs Act tutti i dati di un fallimento totale

IL FALLIMENTO DEL JOBS ACT CONTINUA…

Gli ultimi dati certificano che l’Italia è il terzo Paese europeo per disoccupazione giovanile (37,8%, siamo secondi solo a Grecia e Spagna). Dai numeri del rapporto annuale sull’occupazione e gli sviluppi sociali nel territorio dei 28, emerge che il nostro è il Paese con la più alta percentuale di giovani fra i 15 e i 24 anni che non solo non studiano e non hanno lavoro, ma che nemmeno lo cercano più.
I cosiddetti Neet, che rappresentano il 19.9% del totale.
Un ragazzo italiano su cinque, in pratica, ha perso la speranza nel proprio futuro. Una cifra inquietante, se si considera che la media Ue è dell’11,5%.

Ma non finisce qui.
Nel Belpaese, gli under 30 guadagnano in media meno del 60% dello stipendio percepito da un lavoratore ultrasessantenne e nel 15% dei casi sono costretti a lavorare con contratti atipici. Una giungla di precariato, collaborazioni sottopagate, accordi a brevissimo termine. Non sorprende, quindi, che in Italia l’età media in cui si esce di casa per metter su famiglia si attesti fra i 31 e i 32 anni, quando la media europea è di 26.

E POI PARLANO DI RIPRESA?

L’unica cosa che cresce è la povertà: la popolazione considerata in condizione di povertà estrema è l’11,9% del totale. Un dato, quest’ultimo, che dal 2015 al 2016 è cresciuto, facendo dell’Italia l’unico Paese a far aumentare la povertà, insieme all’Estonia e alla Romania.

Gentiloni, Padoan, Renzi continuano a raccontare favolette agli italiani. Parlano di ripresa, di occupazione, di speranza.

Ma il Paese reale è un altro.

Il Paese reale è quello da cui sono scappati all’estero oltre 250mila italiani, quasi quanti nel dopoguerra. Quello in cui oltre un giovane su tre non ha un lavoro. Quello in cui un ragazzo italiano su cinque non cerca nemmeno un’occupazione, perché ha completamente perso la speranza nel proprio futuro e la fiducia nel proprio Paese.

RENZI HA FALLITO, insomma.
E il Jobs Act è stata l’ennesima prova che il Paese deve uscire dalla rotta PD e RENZILONI, che lo sta portando nel bel mezzo della tempesta.

Serve un paradigma completamente differente, che abbia come obiettivo il benessere sociale dei cittadini, attraverso investimenti nei settori con alto moltiplicatore occupazionale e una maggior tutela delle peculiarità produttive del nostro Paese.

Si può fare, basta volerlo.

The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.