Marine Le Pen: Euro e’ solo un inconveniente che ha portato poverta’

Per la leader del Front National “l’euro è un inconveniente, ha creato un grave aumento dei prezzi e una diminuzione del potere d’acquisto molto seria”

Non “sarebbe un caos” uscire dall’eurozona: lo ha spiegato in modo molto chiaro la candidata alle presidenziali francesi Marine Le Pen in un’intervista pubblicata domenica da Le Parisien, nella quale la leader del Front National si è rivolta agli elettori ribadendo che l’uscita dall’euro “potrebbe avere un impatto positivo: una libertà politica ritrovata e una libertà economica salutare”. Le Pen ha confermato, come aveva già detto, di voler intraprendere un negoziato con l’Unione europea per riuscire a liberare il suo Paese dalla gabbia della moneta unica. “La Francia – ha spiegato – non sarà sola in questo negoziato, ma sarà lei stessa a guidarlo” augurandosi che al suo fianco in questo ritorno alla sovranità nazionale ci siano “la Grecia, l’Italia, il Portogallo e la Spagna”.

 Tutti i sondaggi concordano nel prevedere una vittoria della Le Pen nel primo turno del 23 aprile, mentre il suo sfidante al ballottaggio del 7 maggio dovrebbe essere il candidato della sinistra Emmanuel Macron. Abbandonare l’euro è una delle costanti della campagna presidenziale del Front National. La Le Pen si definisce “europeista. Io credo nell’Europa, ma in un’Europa della cooperazione non in questa Europa diventata totalitaria e che avanza contro il popolo”. Secondo la candidata all’Eliseo “l’euro ha creato un aumento dei prezzi molto grave e una diminuzione del potere d’acquisto molto seria“. Inoltre “l’euro è un inconveniente maggiore alla creazione di posti di lavoro perché ha portato alle condizioni di una perdita di competitività dell’economia francese”.
The following two tabs change content below.
Mginvestment e' una societa' specializzata in analisi tecnica e macroeconomica.Forniamo segnali operativi su valute, materie prime, indici e azioni.