Pillole di mercato 25/08/2014

mginvestment

Pillole di mercato 25/08/2014

I mercati azionari asiatici sono piatti in attesa di una direzione dagli USA. Il movimento dei prezzi è stato contenuto sull’onda della chiusura per festività nel Regno Unito. Il Nikkei guadagna lo 0,48%, l’Hang Seng lo 0,30%, mentre Shanghai ha ceduto lo 0,51%. I tassi in Asia sono più alti, invece i rendimenti dei titoli del Tesoro USA sono in lieve calo (rendimento dei decennali USA: 2,39%). L’USD ha avuto un andamento contrastato dopo il discorso leggermente meno accomodante di Yellen a Jackson Hole. L’EUR/USD è sceso a 1,3189. Prima di correggere a 104,12, l’USD/JPY aveva invece compiuto un rally fino a 104,49 in scia ai commenti del governatore della BoJ Kuroda, secondo cui un nuovo allentamento è possibile. L’AUD/USD è stato richiesto ed è lievitato a 0,9323. Negli ultimi giorni la divergenza fra le strategie delle banche centrali è diventata ancora più evidente. La presidente del FOMC Yellen è sembrata meno accomodante, in forte contrasto con i commenti molto morbidi e favorevoli a un allentamento del presidente della BCE Draghi e del governatore della BoJ Kuroda.

I mercati stanno ancora analizzando gli interventi delle banche centrali, che negli ultimi giorni si sono susseguiti a ritmo serrato. Il tanto atteso intervento della presidente della Fed Yellen a Jackson Hole ha rispecchiato la sua impostazione di fondo, ovvero che la Fed continuerà a essere accomodante finché non vi sarà un miglioramento del mercato occupazionale, sostenuto dalla domanda aggregata. Ciò nonostante, Yellen ha detto chiaramente che ascolterà i commenti dei colleghi, consapevole del fatto che misurare la fiacchezza dei mercati è un compito complesso. Secondo noi la Fed si sta muovendo con decisione, pur lentamente e scrupolosamente, verso un restringimento della politica per il prossimo anno. La tempistica del ciclo di restringimento dipenderà dai dati e dalla reazione dei mercati finanziari ai tassi più elevati. Il presidente della BCE Draghi ha adottato toni estremamente accomodanti, ha detto che ci sarà un intervento, visto che l’inflazione continua a scendere. Ha ammesso che le previsioni d’inflazione per l’Eurozona sono diminuite. Poi ha dichiarato che il “consiglio direttivo prenderà nota di questi sviluppi e, nell’ambito del suo mandato, utilizzerà tutti gli strumenti a disposizione per assicurare la stabilità dei prezzi nel medio termine”. L’IFO tedesco ha fatto registrare un calo generalizzato: il clima delle imprese è sceso a 106,3 punti contro i 107,0 previsti, le previsioni si sono attestate a 101,7 punti rispetto ai 102,1 stimati, e la valutazione della situazione attuale ha fatto registrare 111,1 punti rispetto ai 112,0 previsti. Chiaramente Draghi è pronto a intervenire, dopo 16 mesi consecutivi di dis-inflazione, attraverso acquisti di asset o un allentamento quantitativo. Per il breve periodo, noi rimaniamo costruttivi sull’USD e sulla GBP contro EUR e JPY, vista la divergenza fra le politiche delle banche centrali.

The following two tabs change content below.
Swissquote è una banca di diritto pubblico riconosciuta, regolamentata dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Dalle nostre varie sedi in Svizzera e a Dubai, UAE, gestiamo oltre 200 000 conti in tutto il mondo. Il nostro solido bilancio, la trasparenza che ci contraddistingue in quanto società quotata in borsa e l’offerta di prodotti multi-asset ci consentono di fornirvi tutto ciò di cui avete bisogno per effettuare negoziazioni in modo efficace e sicuro. Avvalendoci delle nostre comprovate tecnologie proprietarie siamo in grado di offrirvi una serie di piattaforme che possono essere adattate ai vostri requisiti personali o professionali in materia di trading.

Ultimi post di swissquote (vedi tutti)