Segnali operativi forex del 04/09/2014

segnali operativi forex

Segnali operativi forex del 04/09/2014

Forex News and Events:

Oggi BoE e BCE annunceranno le loro decisioni, rispettivamente alle 11:00 GMT e alle 11:45 GMT; la conferenza stampa mensile del presidente della BCE Draghi si terrà alle 12:30 GMT. Prevediamo che entrambe le banche centrali manterranno invariata la loro politica, ma presteremo molta attenzione a ciò che avrà da dire Draghi durante il suo intervento. Di recente, abbiamo rilevato un brusco calo delle previsioni d’inflazione del mercato. Secondo Barclays, l’inflazione media prevista nell’arco di cinque anni fra cinque anni la scorsa settimana è scesa all’1,95%, sotto il 2,0% monitorato scrupolosamente dagli operatori. A Jackson Hole, Draghi si è detto pronto a utilizzare “tutti gli strumenti disponibili, necessari a garantire la stabilità dei prezzi nel medio termine”, sollevando altri dubbi sul fatto che le previsioni d’inflazione siano “ben ancorate” “ Questi sviluppi genereranno un nuovo intervento della BCE nel prossimo futuro?

A questo punto, i paesi dell’Eurozona esprimono apertamente il loro desiderio di nuovi stimoli monetari, così da evitare la deflazione nell’unione monetaria a 18 paesi. Il tanto discusso stimolo aggiuntivo sarebbe l’introduzione di un programma di allentamento quantitativo, con consistenti acquisti di bond per assicurare la liquidità nella periferia, ma anche per ridurre la frammentazione fra il cuore e la periferia dell’Eurozona. È una possibilità che non escludiamo per il prossimo futuro. Per oggi, però, non ci sbilanciamo, perché secondo noi Draghi preferirà aspettare l’esito delle TLTRO di settembre e dicembre prima di intervenire nuovamente. Date le circostanze, prevediamo che la BCE assumerà toni prudenti e non premerà il grilletto alla riunione di oggi. Un mancato intervento dovrebbe generare coperture di corti più marcate nel complesso EUR e spingere l’EUR/USD verso 1,3200/1,3296 (livello psicologico ed ex supporto chiave). Molto probabilmente gli operatori vedranno nei tentativi rialzisti eccellenti opportunità di vendita. Nel caso di uno scenario opposto, la violazione del supporto a 1,3105 dovrebbe innescare un trend negativo più marcato, spostando inizialmente l’attenzione verso il livello psicologico a 1,3000 e poi a 1,2775 (minimo luglio 2013).

Forse la decisione della BoE sarà un non-evento

La BoE dovrebbe mantenere invariato il suo tasso di riferimento al minimo storico dello 0,50% e l’obiettivo per gli acquisti di asset stabile a 375 miliardi di GBP. La fiacchezza della crescita delle retribuzioni è il motivo principale per cui i falchi della GBP rimangono nelle retrovie, mentre in questi giorni gli operatori sembrano concentrarsi maggiormente sul dibattito sull’indipendenza della Scozia. Riteniamo pertanto che la decisione della BoE sarà un non-evento. La coppia GBP/USD attualmente scambia sui minimi da metà febbraio. Iniziamo a vedere dei segnali tecnici d’ipervenduto (RSI al 24%, banda di Bollinger inferiore a 30 giorni a 1,6397). Discrete barriere per le opzioni dovrebbero limitare i tentativi rialzisti correttivi sopra 1,6500+.

L’EUR/GBP testa le offerte a 0,80000

Dopo il deciso rimbalzo da 0,78918 del primo settembre, l’EUR/GBP sta ora testando nuovamente le offerte a 0,80000. Se dovesse esserci un’inversione rialzista di breve termine nel sentiment per l’EUR dopo la decisione della BCE e l’intervento di Draghi di oggi, la coppia EUR/GBP dovrebbe ottenere una spinta in grado di farle superare la solida resistenza a 0,80000. Una violazione positiva dovrebbe rafforzare il trend rialzista; il MACD (12-26) entrerà in territorio positivo in caso di chiusura giornaliera superiore a 0,80000. Sotto questo livello si susseguono le offerte legate alle opzioni, anche se, per i prossimi giorni, non s’intravedono barriere consistenti. La prima linea di offerte dovrebbe entrare in gioco in area 0,80330/90, che include i massimi di giugno e agosto (rispettivamente a 0,80339 e 0,80363) e la media mobile a 100 giorni (0,80390). Altre resistenze di medio termine stazionano a 0,81000/500 e poi a 0,84000 (massimi di marzo). Sebbene in un’ottica di lungo periodo la nostra impostazione rimanga nettamente ribassista vista la divergenza fra BCE e BoE, le condizioni del mercato nel breve termine probabilmente metteranno in difficoltà gli orsi dell’EUR/GBP. In effetti, i contratti forward EUR/GBP a tre mesi scambiano ai massimi dell’anno, la base valutaria incrociata conferma una preferenza per l’EUR, nonostante la tendenza negativa dell’EUR/GBP da maggio di quest’anno. Inoltre, c’è stata un’impennata delle inversioni di rischio trimestrali 25-delta per l’EUR/GBP, che hanno raggiunto i massimi da settembre 2013 e stanno per diventare positive. Ciò significa che gli operatori scommettono su prezzi d’esercizio più elevati per le scadenze a 3 mesi; dall’inizio della settimana in corso queste scommesse sono lievitate in modo significativo.

Today’s Key Issues (time in GMT):

2014-09-04T11:00:00 GBP Bank of England Bank Rate, exp 0.50%, last 0.50%
2014-09-04T11:00:00 GBP BOE Asset Purchase Target, exp 375B, last 375B
2014-09-04T11:30:00 USD Aug Challenger Job Cuts YoY, last 24.40%
2014-09-04T11:30:00 USD Sep RBC Consumer Outlook Index, last 51.5
2014-09-04T11:45:00 EUR ECB Main Refinancing Rate, exp 0.15%, last 0.15%
2014-09-04T11:45:00 EUR ECB Marginal Lending Facility, exp 0.40%, last 0.40%
2014-09-04T11:45:00 EUR ECB Deposit Facility Rate, exp -0.10%, last -0.10%
2014-09-04T12:15:00 USD Aug ADP Employment Change, exp 220K, last 218K
2014-09-04T12:30:00 CAD Jul Int’l Merchandise Trade, exp 1.15B, last 1.86B
2014-09-04T12:30:00 USD Jul Trade Balance, exp -$42.4B, last -$41.5B
2014-09-04T12:30:00 USD Aug 30th Initial Jobless Claims, exp 300K, last 298K
2014-09-04T12:30:00 USD Aug 23rd Continuing Claims, exp 2510K, last 2527K
2014-09-04T12:30:00 USD 2Q F Nonfarm Productivity, exp 2.40%, last 2.50%
2014-09-04T12:30:00 USD 2Q F Unit Labor Costs, exp 0.50%, last 0.60%
2014-09-04T13:45:00 USD Aug F Markit US Services PMI, exp 58.5, last 58.5
2014-09-04T13:45:00 USD Aug F Markit US Composite PMI, last 58.8
2014-09-04T14:00:00 USD Aug ISM Non-Manf. Composite, exp 57.6, last 58.7

The Risk Today:

EURUSD L’EUR/USD sta testando il supporto chiave a 1,3105 (minimo 06/09/2013). La riunione odierna della BCE sarà in grado di spingere i prezzi al ribasso? Resistenze orarie si attestano a 1,3221 (massimo 28/08/2014) e a 1,3297 (massimo 22/08/2014). Un altro supporto è dato dalla soglia psicologica a 1,3000. A più lungo termine, l’EUR/USD è in una successione di massimi e minimi più bassi dal maggio 2014. Viene favorito un declino a lungo termine verso la forte area di supporto tra 1.2755 (minimo 09/07/2013) e 1,2662 (13/11/2012 basso). Tuttavia, nel breve termine, monitorate il test del supporto chiave a 1,3105 (minimo 06/09/2013) date le condizioni generali di ipervenduto. Una resistenza chiave si trova a 1,3444 (massimo 28/07/2014).

GBPUSD La coppia GBP/USD continua a sfidare il supporto chiave a 1,6460. L’attuale mancanza di rimbalzo indica persistenti pressioni di vendita a breve termine. Resistenze orarie si attestano a 1,6563 (minimo 29/08/2014) e 1,6644 (2014/01/09 alto). In un’ottica a più lungo termine la rottura del supporto chiave a 1,6693 (minimo 29/05/2014, vedasi anche la media mobile a 200 giorni) invalida la prospettiva positiva generata dai precedenti massimi a 4 anni. Supporti chiave si attestano a 1,6460 (minimo 24/03/2014) e a 1,6220 (minimo 17/12/2013).

USDJPY L’USD/JPY è vicino alla robusta resistenza a 105,44 (vedasi anche il ritracciamento a 61,8% e la linea di tendenza discendente a lungo termine). Supporti orari possono essere trovati a 104,49 (massimo 25/08/2014) e a 104,22 (minimo intragiornaliero). Viene favorita un’impostazione rialzista finché reggerà il supporto chiave a 100,76 (minimo 04/02/2014). La violazione rialzista dalla fase di consolidamento tra 100,76 (minimo 04/02/2014) e 103,02 favorisce una ripresa del trend rialzista di fondo. Resistenze robuste possono essere trovate a 105,44 (massimo 02/01/2014) e a 110,66 (massimo 15/08/2008).

USDCHF L’USD/CHF si è recentemente indebolito, ma permane all’interno del canale ascendente a breve termine. Viene sfidato il supporto orario a 0,9177 (minimo 01/09/2014). Altri supporti orari sono dati dal canale ascendente (attorno a 0,9153) e a 0,9126 (minimo 28/08/2014). Una resistenza oraria staziona attualmente a 0,9212 (massimo 02/09/2014). Da una prospettiva a più lungo termine, i recenti miglioramenti tecnici rimandano alla fine della grande fase correttiva entrata in scena dal luglio 2012. Il primo potenziale di rialzo implicato dalla formazione marzo-maggio a doppio fondo a 0,9207 è stato raggiunto. Resistenze chiave si attestano a 0,9250 (massimo 07/11/2013) e a 0,9456 (massimo 06/09/2013).

Posted by Ipek Ozkardeskaya at 4/9/2014

The following two tabs change content below.
Swissquote è una banca di diritto pubblico riconosciuta, regolamentata dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Dalle nostre varie sedi in Svizzera e a Dubai, UAE, gestiamo oltre 200 000 conti in tutto il mondo. Il nostro solido bilancio, la trasparenza che ci contraddistingue in quanto società quotata in borsa e l’offerta di prodotti multi-asset ci consentono di fornirvi tutto ciò di cui avete bisogno per effettuare negoziazioni in modo efficace e sicuro. Avvalendoci delle nostre comprovate tecnologie proprietarie siamo in grado di offrirvi una serie di piattaforme che possono essere adattate ai vostri requisiti personali o professionali in materia di trading.

Ultimi post di swissquote (vedi tutti)