Stagione concertistica Rosetum: Progressione Armonica

Torna a Rosetum (via Pisanello 1) la stagione concertistica dal titolo Progressione Armonica, in collaborazione con Ensemble Rosetum e l’Orchestra Nuova Cameristica. Questa seconda stagione presenta una proposta con alcune novità: dalla prima esecuzione del brano sacro di Pippo Molino per voci e archi, all’opera buffa La Serva Padrona, al concerto di Molter per clarinetto e archi.

Ecco il programma completo:

  • Venerdì 14 ottobre ore 21, Mozart e Boccherini con sorpresa: divertimenti, quartetti, quintetti e ragtime. Quartetto d’archi e chitarra presso Auditorium Rosetum.
  • Venerdì 18 novembre ore 21, Dal 700 europeo alle atmosfere del Nuovo Mondo. Musiche di Molter, Gershiwn, Piazzolla. Quartetto d’archi e clarinetto presso Auditorium Rosetum.
  • Mercoledì 21 dicembre ore 21, Concerto di Natale per archi, voci e flauto. Musiche di Bach, Vivaldi, Molino. Ensemble Rosetum, flauto, soprano, contralto. Direttore Dones, presso la Chiesa di Santa Maria degli Angeli e San Francesco, piazza Velasquez 1.
  • Venerdì 27 gennaio ore 21, Trio Barocco. Violino, violoncello e clavicembalo. sonate di Vivaldi, Bach e Handel presso Auditorium Rosetum.
  • Venerdì 10 febbraio ore 21, La Serva Padrona. Intermezzo buffo in tre atti di G.B. Pergolesi. Ensemble Rosetum, direttore Fornasieri, presso Teatro Rosetum.
  • Venerdì 24 marzo ore 21: Concerto sinfonico. Musiche di Mozart e Haydn, La perfezione delle sinfonie classiche. Ensemble Rosetum, direttore Fornasieri. Concerto presso Auditorium Rosetum.
  • Mercoledì 12 aprile ore 21, Concerto di Quaresima. Stabat Mater di Antonio Vivaldi. Ensemble Rosetum, contralto, presso la chiesa di Santa Maria degli Angeli e San Francesco, Piazza Velasquez 1.

Ingresso: 10 euro, ridotto Soci Amici di Rosetum 8 euro.
Info e prenotazioni
: 02 48707203; info@rosetum.it.

The following two tabs change content below.
Siamo un team siamo un gruppo di persone che ama profondamente la musica classica in particolare l' opera lirica, viviamo per essa e soffriamo nel vedere come essa viene quotidianamente martoriata ed uccisa.Vogliamo cambiare le cose, vogliamo dire la nostra opinione, vogliamo dire la verita' per una buona volta, vogliamo preservare un patrimonio artistico destinato alla estinzione.La lirica puo' sopravvivere solo se voi appassionati e non imparerete a conoscerla ed ad amarla.Oggi purtroppo chi gestisce il mondo della lirica non ha piu' le competenze necessarie per farlo, oggi la lirica e' gestita da incompetenti e persone senza scrupolo, capaci di tutto.

Ultimi post di REDAZIONE RECENSIONEOPERA (vedi tutti)